Skip to content

Peter Coniglio è passato da qui (e la Torta alle Carote è sparita)!

15 aprile 2012

“C’erano una volta quattro piccoli conigli che si chiamavano Flopsy, Mopsy, Cotton-tail e Peter. Vivevano con la loro mamma in una tana di sabbia sotto le radici di un abete altissimo.”

Da La Storia di Peter il Coniglio, in Il Mondo di Beatrix Potter, ed. Sperling&Kupfer

Stamattina ho preparato la torta alle carote. L’ho lasciata raffreddare sul tavolino in veranda e … l’ho trovata mangiucchiata! Vicino al piatto c’erano delle briciole e sul pavimento una giacchetta blu, apparentemente nuova, a cui mancava uno dei suoi bei bottoni di ottone. Da questi segnali ho capito che Peter Coniglio era stato dal mio giardino fermandosi per un breve spuntino di passaggio!

Per chi non conoscesse uno dei conigli più celebri del mondo (assieme a Bugs Bunny e a Roger Rabbit), ecco un piccolo excursus della sua storia e della storia della sua creatrice. Beatrix Potter nacque in un’agiata ed aristocratica famiglia londinese nel 1866. Destinata ad un futuro come istitutrice, rimpiangeva la libertà della natura, nella quale si immergeva indisturbata ogni estate, quando si recava in villeggiatura nel Lake District con la sua famiglia.  Peter Coniglio vide la luce per la prima volta nel 1893, quando Beatrix scrisse una lettera illustrata a Noel Moore, uno dei figli della sua governante. L’idea di farne un personaggio continuativo su carta stampata le venne nel 1900, ma tutti gli editori ne rifiutarono la pubblicazione fino al 1902, quando David Warne ne supportò la prima edizione, diventando il talent scout di un fenomeno che oggi conta traduzioni in venticinque lingue e vendite per cento milioni di copie. Curioso che l’autrice compose ed illustrò “soltanto” ventitré storie, riuscendo comunque a rivoluzionare il mondo della letteratura infantile. Il suo spunto creativo peraltro non era puro frutto di semplice fantasia, perché Beatrix Potter, già prima del celeberrimo acquisto della fattoria di Hill Top, studiava flora e fauna che incontrava e raccoglieva durante le sue vacanze in campagna, osservandone e riproducendone attentamente le movenze, oltre che le fattezze: gli animali non sono mai alterati o antropoformizzati, magari indossano degli indumenti umani, ma non appaiono mai leziosi. E se si gironzola per la bellissima regione dei Laghi della Cumbria, dove la fattoria di Hill Top è aperta ai visitatori, si possono incontrare i furbissimi scoiattolini, i lesti topolini, i ranocchi impudenti e le tenere e stizzose oche protagonisti dei suoi libri. Personalmente non sono mai stata in questa zona dell’Inghilterra, ma è uno dei posti in cui mi piacerebbe fare un saltino prossimamente.

Se vi piacciono questi generi di racconti, magari più articolati a livello di testi, vi consiglio anche Il vento nei salici, di Kenneth Grahame.

 A pasquetta invece non sono andata in Cumbria, ma ho preparato una torta dolce, La Famosa Torta alla Zucchine di Flora, dal libro Delizia Divine di Nigella Lawson. Devo dire che non è venuta niente male, così per questo weekend ho deciso di bissare, provando le carote al posto delle zucchine (ma vi assicuro che anche le zucchine, seppur più insolite, rendono bene).

La Torta Alle Carote Preferita di Peter Coniglio

Per la base

250 gr di carote grattugiate (all’incirca 2 o 3 carote, dipende dalla grandezza)

2 uova

125 ml di olio d’oliva

150 gr di zucchero di canna

225 gr di farina auto lievitante (anche 00 semplice va benissimo, in questo caso però aumentate il lievito a mezza bustina)

½ cucchiaino di bicarbonato

½ cucchiaino di lievito per dolci

Per il ripieno di curd al lime

75 gr di burro

 3 uova grandi

75 gr di zucchero semolato

125 ml di succo di lime (4 frutti c.a) (anche limoni in alternativa  – 2 frutti c.a)

La scorza di un lime ( o di mezzo limone non trattato)

Per la copertura

200 gr di formaggio spalmabile

100 gr di zucchero a velo

Succo di limone qb (facoltativo)

Granella di mandorle qb

 NB – Variante alle zucchine: stessi ingredienti eccetto zucchine al posto delle carote (medesime quantità) e pistacchi al posto delle mandorle.

 Pulite le carote e grattugiatele (o mettetele nel frullatore e girate velocemente per poco pochissimo tempo oppure.. diventeranno poltiglia!!). Con le fruste montate le uova con lo zucchero e l’olio per qualche minuto, dopodiché incorporate farina, lievito, bicarbonato e un pizzico si sale. A questo punto si possono aggiungere le carote. La ricetta suggerisce di usare due teglie circolari da 21 cm di diametro. Io, per fare più veloce, ne ho usata una e poi ho tagliato la torta in due parti.  Malgrado velocizzi il processo (soprattutto se non disponete di due teglie da 21, che non è propriamente il formato classico di cui se ne possiede, magari, più di un pezzo), l’aspetto estetico ne risente. Mettete le torte (o la torta) in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa, sfornate e fate raffreddare.

 Ora si può preparare il curd (che è una cremina tipicamente inglese) al lime. E’ un po’ acida, e probabilmente non siamo abituati ad un gusto simile, ma a me piace molto. Provatela, e se non vi convince, sostituite eventualmente il curd con una marmellata al limone. Mixate le uova, il succo dei lime e lo zucchero con le fruste elettriche. Fate sciogliere il burro a fuoco lento in una casseruola dal fondo spesso. Una volta sciolto il burro aggiungere il composto di uova e lime e continuare a mescolare con una frusta (non elettrica!) finché non si addensa. A questo punto potete trasferire in una boule, lasciare raffreddare e riporre in frigorifero.

 Una volta fredda spalmatene uno strato generoso tra le due metà di torta e procedete con la copertura. Mixate 200 gr di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia) con 100 gr di zucchero a velo e un goccio di lime (io sinceramente non l’ho messo, mi pareva di esagerare con il tocco “acido”), ricoprite la sommità della torta e distribuite la granella di mandorla.

 Se disponete di un giardino non lasciatela all’esterno … potrebbe essere invaso da un’intera famigliola di teneri conigli in giacchette blu e grembiuli di cotone a fiorellini!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: