Skip to content

Pancakes & The Help (non solo in cucina, ma anche alla tv)

20 gennaio 2013

pancake -Rev 

“- Perché ti sei nascosta qui, piccola?
– Per non dire alla mamma che nessuno mi ha invitato al ballo…
– E allora? Certe cose uno le può anche non raccontare, giusto?
–  I ragazzi mi trovano brutta. La mamma è arrivata terzultima al concorso Miss Carolina del Sud.
– Tu la devi smettere di piangerti addosso, piccola, questo sì che è brutto. Il Brutto è una cosa che ti viene da dentro. È cattivo e fa male, come quei ragazzi. Ma tu non sei come loro, vero? Non penso proprio, tesoro. Ogni giorno… Ogni giorno che non sei sottoterra, quando ti alzi la mattina, devi prendere delle decisioni. Ti devi sempre fare questa domanda: “ci devo proprio credere a quelle brutte cose che mi dicono quegli stupidi, oggi?” Mi ascolti? “Ci devo proprio credere a quelle brutte cose che mi dicono quegli stupidi, oggi?” Hai capito? Per quanto riguarda la tua mamma… Non se l’è scelta la sua vita, le è capitata. Ma tu… Tu farai qualcosa di bellissimo con la tua… Aspetta e vedrai.”

da The Help di Tate Taylor, 2011,con Emma Stone, Viola Davis, Bryce Dallas Howard, Octavia Spencer, Jessica Chastain

Stamattina non mi sono alzata con l’idea di pubblicare sul blog ma… l’altra sera ho rivisto The Help, e stamattina avevo voglia di preparare dei pancake, e l’accoppiata mi sembrava azzeccata.

I pancakes sono frittelle/crêpes americane, che si servono tipicamente per  colazione. Sono di dimensioni un po’ più contenute delle crêpes e contengono del lievito, quindi sono più alti e soffici. Nell’immaginario vengono serviti uno sovrapposto all’altro e ricoperti da una colata di sciroppo d’acero. Possono anche essere preparati con della frutta nell’impasto (mirtilli ad esempio) e serviti con panna montata. Noi italiani, un po’ meno “indulgenti”, li possiamo abbinare a della marmellata, oppure esagerare e farci sotto con una buona dose di Nutella…! Sono semplicissimi e veloci.

Per quanto riguarda The Help, il film, tratto dall’omonimo libro di Kathryn Stockett pubblicato da Mondadori, è intenso e commovente. Inoltre ha un cast femminile eccezionale: da Emma Stone (bellissima e talentuosa, fidanzata dell’Andrew Garfield di Amazing Spider Man, Non lasciarmi, The social Network), alla perfidamente confettata Bryce Dallas Howard (figlia di Ron Howard, anche lei bellissima – e rossa), per non parlare di Jessica Chastain (ancora più bella e rossa, anche se in The help è bionda platinata, ma solo la sua interpretazione vale la visione. È FANTASTICA). Altre indimenticabili protagoniste sono Octavia Spencer (che con questo film ha vinto l’oscar, il BAFTA e il Golden Globe 2012 come migliore attrice non protagonista), che  interpreta Minny,  la cuoca di colore migliore del circondario, e Viola Davis,  alias Aibileen Clark , donna afroamericana che ha passato la maggior parte della sua vita a crescere i figli dei bianchi e che per prima si presterà a scuotere uno stato di fatto che per l’epoca  era all’ordine del giorno.

Il film è ambientato nella prima metà degli anni sessanta nel Mississippi. Eugenia Phelan, soprannominata Skeeter, è una giovane ragazza bianca che, dopo aver conseguito la laurea, desidera qualcosa di diverso dal cuocere pancake e accogliere il marito con un vestitino dai delicati colori pastello, grembiulino in tinta e sorriso di plastica amabilmente stampato ( e sottolineato da un rossetto color pervinca accesso) in volto. Vuole impegnarsi in qualcosa di diverso e, dopo aver ottenuto un piccolo incarico nel quotidiano della città, inizia una collaborazione con un’importante casa editrice newyorkese: a Jackson la maggior parte delle donne afroamericane è impiegata come domestica nelle case di lavorano famiglie bianche benestanti, subendo continue umiliazioni e discriminazioni. Grazie alla collaborazione di due donne, Aibileen e Minny, lo status quo verrà finalmente scosso e le meschinerie quotidiane messe a nudo.

Eccellente la recitazione, bella la fotografia e i costumi. Un film di cuore, da vedere una sera con una pila di pancake e sciroppo d’acero davanti. 

 Pancakes

Ingredienti per 6 pancake di 15 cm di diametro

100 gr di farina

1 cucchiaino di zucchero

Una presa di sale

1 uovo grande

150 ml di latte

15 gr di burro fuso

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 cucchiaino di bicarbonato

 Burro qb per ungere la padella

 Se possedete l’impastatrice gettate tutti gli ingredienti alla rinfusa e mescolate, se fate da sole  – come me – al centro della farina mixata al lievito, al bicarbonato, al sale e allo zucchero, disponete l’uovo sbattuto con il latte e il burro fuso. Mescolate con una frusta e fate riposare in frigo per 10 minuti. Munitevi di un padellino piccolo. Io ne ho uno adatto all’uovo fritto, che va bene anche per dei pancake di circa 15 cm di diametro. Nel caso non lo aveste, utilizzate una padellina antiaderente un po’ più grande, di quelle che si usano per le crêpes. Verranno un bel po’ più grandi però. Io li preferisco piccoli, quindi potete anche utilizzare una padella antiaderente piuttosto grande, creando dei cerchi ben distanziati. L’impasto non è troppo liquido, quindi non dovrebbe spandersi per la padella, ma alcuni usano il coppa pasta per tenerlo in forma. Ungete il fondo del padellino con del burro, versate generoso impasto, attendete un paio di minuti e girate. Un altro minuto e il pancake dovrebbe essere pronto. Occhio che non sia rimasto crudo al centro. Impilateli, cospargeteli di sciroppo d’acero, sorridete amabilmente a vostro marito/fratello/nonno/fidanzato – con un adorabile rossetto color pervinca  –  e servite in tavola.

Annunci
3 commenti leave one →
  1. 21 gennaio 2013 15:53

    Proprio ieri sera ho visto The Help, mi è piaciuto. L’ho trovato onesto, intenso, commovente e pungente. Oggi per caso trovo questo blog, sarà un caso. Mi piace.
    Complimenti.

  2. mariagrazia permalink
    12 febbraio 2013 10:35

    gran film…ottima ricetta….da provare anche con accompagnamenti salati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: